Approfondimenti

Wuhan scuole aperte: quali sono le regole che vengono applicate

In Cina le scuole hanno riaperto e i ragazzi seguono le lezioni come prima della pandemia, in presenza. La Cina è stata il primo paese colpito dall'epidemia ma anche il primo a superare la fase peggiore. Ora sta tornando alla normalità. Che regole seguono in Cina, però? Saperlo può essere utile anche per capire cosa fare nelle scuole italiane. Il modello Wuhan per le scuole attualmente prevede le seguenti regole:

1) MASCHERINA Obbligatoria nel tragitto da casa a scuola e da scuola a casa. A scuola non è obbligatoria ma consigliata, lo studente deve però averla sempre a disposizione (come detto può anche scegliere di non indossarla costantemente). Ovviamente, col buon senso, va indossata nei momenti in cui gli studenti per qualche motivo si affollano.

2) MEZZI PUBBLICI DI TRASPORTO L'uso è sconsigliato agli studenti. Non proibito, sconsigliato. Probabilmente il messaggio è: se potete usare un altro mezzo, usatelo. In alternativa, c'è la mascherina obbligatoria come detto

3) GEL IGIENIZZANTE E SANIFICAZIONE Il gel è obbligatorio a scuola e presente diffusamente, da usare spesso e volentieri. Le scuole vengono sanificate con attenzione

4) TEMPERATURA Viene rilevata al mattino e alla sera, all'ingresso e all'uscita da scuola

5) ASSEMBRAMENTI Si cerca di evitarli col buon senso

6) REGISTRI Sono previsti un rapporto giornaliero alle autorità sulla situazione da parte di ogni scuola e un registro delle presenze a scuola per rintracciare facilmente i contatti in caso di positività

Tenete presente in generale che la Cina attualmente è lontana dal picco dell'epidemia, il numero dei contagi e dei decessi si è praticamente arrestato o quasi negli ultimi mesi. Tenete anche presente che per arrivarci a questa situazione favorevole i cinesi hanno affrontato un mese di lockdown totale molto duro

La Quinta T è una iniziativa editoriale di
Alexandro Deblis Everet Editore
Via Solferino, 4 - Cremona
Direttore Responsabile: Fabio Tumminello
Registrazione al Tribunale di Cremona
n°616/2019 del 26 marzo 2019
Provider: Serverplan
Partita IVA: 01653460194

Consulta la Privacy Policy