Approfondimenti

Possibile un aumento del costo del prelievo all'Atm (se non è un Atm della propria banca)

Una delle novità, sicuramente sgradita, del 2021, potrebbe essere un aumento dei costi del prelievo all'Atm in contanti. La Bancomat Spa (società di gestione di cui fanno parte 125 soggetti fra cui le principali banche) ha infatti presentato all'approvazione dell'Antitrust (passaggio burocratico fondamentale) un progetto per modificare le attuali norme sui bancomat. Attualmente chi preleva da un Atm non appartenente alla propria banca emittente paga una commissione legata ai costi che sostiene la banca (per ogni prelievo la banca che ha emesso il bancomat deve pagare 0,49 euro alla banca proprietaria dell'Atm dove sono stati prelevati i soldi). Attualmente i costi di prelievo quando si utilizza un Atm non della propria banca sono legati a questa cifra (anche se ogni banca si regola come meglio crede). La proposta è però di abolire questo riferimento il che permetterebbe alle banche di svincolarsi completamente e far pagare il costo che desiderano. Tradotto in parole povere: prelevare in un Atm non della propria banca sarà meno conveniente e più costoso.

 

La Quinta T è una iniziativa editoriale di
Alexandro Deblis Everet Editore
Via Solferino, 4 - Cremona
Direttore Responsabile: Fabio Tumminello
Registrazione al Tribunale di Cremona
n°616/2019 del 26 marzo 2019
Provider: Serverplan
Partita IVA: 01653460194