Approfondimenti

I preoccupanti dati dell'Istat sulla natalità nel 2020 in Italia: meno 2,3% fino ad agosto e poi si peggiora

L'Istat sta lavorando all'aggiornamento dei dati sulla società italiana e sulle sue trasformazioni durante la pandemia. In attesa degli studi definitivi (ci vorrà tempo), è già stato pubblicato un primo rapporto che potete trovare qui https://www.istat.it/it/files//2020/04/Riscontri-e-Riflessioni_Bilancio-demografico-2020.pdf

In questa sede ci occupiamo della natalità. I dati, purtroppo, sono molto preoccupanti. Da gennaio ad agosto 2020 si parla di un calo del 2,3% rispetto al 2019, molto negativo per un paese in crisi di natalità da anni. Il dato di fine anno potrebbe anche essere peggio. Non è ancora disponibile, ma l'Istat ha già reso disponibile una tabella con i dati di alcune città campione delle quali si hanno già i dati completi. Si parla di un vero e proprio tracollo, si sfonda il 5% di calo su base annua. Non solo, per la prima volta nella storia nazionale si potrebbe scendere sotto il muro dei 400000 nati, nell'anno in cui i decessi si impennano. Le conseguenze sociali ed economiche di lungo periodo di una crisi del genere sono catastrofiche.

Un paese che non fa figli, che futuro può avere?

La Quinta T è una iniziativa editoriale di
Alexandro Deblis Everet Editore
Via Solferino, 4 - Cremona
Direttore Responsabile: Fabio Tumminello
Registrazione al Tribunale di Cremona
n°616/2019 del 26 marzo 2019
Provider: Serverplan
Partita IVA: 01653460194