Approfondimenti

Televisione, in 10 anni perso un quarto degli spettatori: la guardano gli anziani ma non i giovani

La televisione generalista perde costantemente ascoltatori e a lungo andare (siamo ancora lontani da quei livelli) potrebbe vivere la stessa catastrofica crisi della carta stampata fino alla sparizione o al diventare totalmente di nicchia. Ecco qualche dato che mostra il fenomeno.

2012 2022
ASCOLTI MEDI GIORNALIERI 10.369.000 8.440.000
ASCOLTI MEDI FASCIA PRIMA SERATA (ORE 20.30-22.30) 26.008.000 19.480.000

NOTA Per il 2012 dati auditel, per il 2022 dati diffusi dall'autorità garante per le comunicazioni

La questione è semplice: a guardare la televisione sono soprattutto gli anziani, con un'età media che si avvicina ai 60 anni. L'Italia è un paese con una età media elevata e gli anziani sono molto numerosi e per ora sostengono l'industria televisiva, ma con questo trend a lungo andare la televisione generalista non può che andare incontro a grandi problemi anche di sostenibilità.

La Quinta T è una iniziativa editoriale di
Alexandro Deblis Everet Editore
Via Solferino, 4 - Cremona
Direttore Responsabile: Simone Manini
Direttore Editoriale: Fabio Tumminello
Registrazione al Tribunale di Cremona
n°616/2019 del 26 marzo 2019
Provider: Serverplan
Partita IVA: 01653460194

Consulta la Privacy Policy