Cronaca

IL MONDO NELLA PANDEMIA Situazione variegata: problemi ovunque, a Liverpool situazione molto complicata (locali chiusi h24)

Facciamo una panoramica sulla situazione covid-19 nel mondo:

GRAN BRETAGNA I contagi avanzano e Boris Johnson ha istituito un sistema che divide il paese in tre zone di rischio. A seconda della zona di rischio cambiano le regole da seguire. Se nella seconda più grave zona di rischio i locali devono rispettare degli orari di chiusura, nella terza e più alta pub e bar e locali notturni devono restare chiusi e con loro le palestre e i centri sportivi e i casinò. Possono restare aperti i ristoranti. In questa fascia di rischio troviamo Liverpool, particolarmente sotto pressione. In Scozia ci sono limitazioni di orario: si chiude alle 18 per quanto riguarda i pub (ricordiamo che la Scozia ha un governo autonomo quindi le sue regole possono differire da quelle inglesi). Le autorità locali comunque sono insofferenti e non vogliono vedere le proprie città inserite nella fascia di rischio più alta.

SPAGNA Nelle zone più colpite (anche quartieri di città: a Madrid alcuni quartieri sono interessati dai provvedimenti, altri no, in base ai contagi nei quartieri) sono stati vietati gli spostamenti non necessari (un po' come in Italia a marzo, ricordate la nozione di spostamento non necessario da noi? Una cosa simile, si esce solo per esigenze improrogabili). Bar e ristoranti hanno orari di chiusura da rispettare. Pure qui il governo centrale è più rigido mentre i governi regionali protestano e chiedono meno restrizioni. In Catalogna la situazione sta peggiorando in queste ore e si prospettano provvedimenti più restrittivi.

RUSSIA I casi stanno salendo e per questo il governo ha imposto massicciamente lo smart working. Le scuole di Mosca hanno istituito una vacanza di 15 giorni per far diminuire il numero dei casi. C'è però la volontà delle autorità di non stoppare le attività economiche, se appena possibile.

FRANCIA Parigi e Marsiglia sono sotto pressione. Nelle zone più colpite ci sono limiti agli orari dei locali e limiti alla libertà di riunione. C'è grande attesa per il discorso alla nazione del 14 ottobre di Macron, possibile l'annuncio di nuove più dure misure

GERMANIA Pure qui problemi. A Berlino nei quartieri più colpiti imposta la chiusura dei locali alle ore 23.

STATI UNITI Ogni stato fa per conto suo e sono 50. Si va da restrizioni molto leggere a molto dure (per esempio in Kansas i bar sono chiusi, da altre parti non hanno limitazioni)

La Quinta T è una iniziativa editoriale di
Alexandro Deblis Everet Editore
Via Solferino, 4 - Cremona
Direttore Responsabile: Fabio Tumminello
Registrazione al Tribunale di Cremona
n°616/2019 del 26 marzo 2019
Provider: Serverplan
Partita IVA: 01653460194

Consulta la Privacy Policy