Cronaca

La Regione Lombardia annuncia un progetto di revisione della sanità regionale

La Regione Lombardia ha annunciato un progetto di revisione della gestione della sanità in Regione. Letizia Moratti, assessore e vicepresidente regionale, ha dichiarato:“La nostra attenzione va alla cura della persona, rafforzando l’attività territoriale. L’obiettivo è accompagnarla nella prevenzione, nella cura e nella riabilitazione. Ciò deve avvenire in un percorso qualificato che non preveda vuoti”.

I principi della proposta di revisione della legge regionale sono i seguenti:

  • un approccio ‘One health’: ossia la costruzione di una governance che assicuri la protezione e la promozione della salute complessiva per persone, animali e ambiente (salute globale);
  • libertà di scelta: ovvero la tutela della libertà del cittadino di scegliere le strutture e il personale sanitario, da sempre un patrimonio del Servizio sanitario regionale;
  • rapporto pubblico-privato: cioè equivalenza e integrazione all’interno del Sistema sanitario regionale (Ssr) dell’offerta sanitaria e socio-sanitaria delle strutture pubbliche e delle strutture private accreditate;
  • raccordo tra mondo produttivo, università e ricerca scientifica.

Esiste anche un cronoprogramma:

Entro 90 giorni

  • Istituzione dei distretti e nomina direttori;
  • Istituzione dei Dipartimenti di cure primarie e dei dipartimenti funzionali di prevenzione;

Entro 6 mesi

  • Costituzione del Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie infettive;

Entro 6 mesi dall’istituzione dei distretti

  • Realizzazione delle Centrali Operative Territoriali (Cot);
  • Realizzazione degli Ospedali e delle Case di Comunità;
  • Ospedali di Comunità: 26 nel 2022, 19 nel 2023, 19 nel 2024;
  • Case di Comunità: 86 nel 2022, 65 nel 2023, 65 nel 2024;

Entro 3 anni

  • Completamento del potenziamento della Rete territoriale.

La Quinta T è una iniziativa editoriale di
Alexandro Deblis Everet Editore
Via Solferino, 4 - Cremona
Direttore Responsabile: Fabio Tumminello
Registrazione al Tribunale di Cremona
n°616/2019 del 26 marzo 2019
Provider: Serverplan
Partita IVA: 01653460194