Cronaca

Le norme da rispettare per il controllo del Green Pass (anche da parte dei datori privati)

Secondo Dpcm firmato dal governo Draghi sull'applicazione delle norme valide dal 15 ottobre per l'obbligo di possesso di Green Pass per i lavoratori. Il primo lo abbiamo riportato qui: Ecco le norme di applicazione dell'obbligo del Green Pass per il settore pubblico

Ecco invece il Dpcm che spiega le modalità di controllo valide sia per il settore pubblico che per quello privato:

1) Sia i privati che la pubblica amministrazione possono usare Sdk, un kit che consente di realizzare applicazioni specifiche per la verifica del Green Pass integrando nel software le funzionalità dell'app VerificaCa19. E' una modifica e integrazione del sistema di lettura del Qr code del Green Pass nei sistemi di controllo agli accessi fisici.

2) E' possibile l'integrazione fra la piattaforma NoiPa e Dgc per gli enti pubblici che aderiscono alla prima

3) I datori di lavoro con più di 50 dipendenti, anche privati, non aderenti a NoiPa, possono aderire in modalità asincrona alla piattaforma nazionale-Dgc

4) Le amministrazioni pubbliche con più di 1000 dipendenti possonio in modalità asincrona attuare una interoperabilità fra sistemi di gestione del personale e piattaforma nazionale Dgc

5) Il Garante della Privacy ha autorizzato modalità di controllo dei dati anche alternative all'App Verifica C19 ma non bisogna raccogliere i nessuna forma i dati dell'interessato ad eccezione di quelli strettamente necessari

6) In attesa del rilascio delle certificazioni da parte della piattaforma nazionale, valgono i documenti cartacei o digitali rilasciati dalle strutture sanitarie pubbliche e private, da farmacie, laboratori di analisi o medici

7) Per motivi organizzativi si può richiedere il green pass anticipatamente ma non oltre 48 ore

8) E' fatto esplicito divieto di conservare il Qr Code delle certificazioni verdi

9) I vaccinati all'estero possono chiedere il Green Pass tramite un modulo on line reso disponibile sulla piattaforma nazionale

La Quinta T è una iniziativa editoriale di
Alexandro Deblis Everet Editore
Via Solferino, 4 - Cremona
Direttore Responsabile: Fabio Tumminello
Registrazione al Tribunale di Cremona
n°616/2019 del 26 marzo 2019
Provider: Serverplan
Partita IVA: 01653460194

Consulta la Privacy Policy