Cronaca

Il boom di turisti a Crema dovuto a "Chiamami col tuo nome": un esempio anche per Cremona

"Chiamami col tuo nome" è un film di grande successo girato da Luca Guadagnino a Crema e nel cremasco ormai un lustro fa. Ha avuto un grandissimo successo e come spesso capita ai film che diventano oggetto di culto, da allora tantissimi giovani e anche meno giovani si recano a Crema e dintorni in cerca dei luoghi dove è stato girato il film. La Pro Loco di Crema aveva parlato di 130 richieste di informazioni sui luoghi del film al giorno nel 2022, cifre impressionanti per Crema. Ovviamente questo afflusso porta denaro in città: i turisti "da cinema" mangiano, bevono, comprano nei negozi, alloggiano negli hotel. Non mancano anche i problemi: la porta di un palazzo immortalata nel film è stata riempita di firme di turisti desiderosi di lasciare traccia del loro passaggio e quando il film fu girato fu necessario chiudere strade e vie con molte lamentele dei commercianti, tanto che Guadagnino rilasciò in seguito frasi al vetriolo su Crema, risentito.

I vantaggi però superano nettamente gli svantaggi. Per l'economia di Crema, quel film è una miniera da sfruttare anche a distanza di anni. Cremona dovrebbe prendere esempio. La città ha una bellezza architettonica costruita in 2000 anni di storia (e nessuna mala amministrazione può cancellarla, anticipando eventuali polemiche che sono ricorrenti quando affermo "Cremona è bella": i sindaci passano, bravi o meno, ma il Torrazzo resta ed è sempre una meraviglia). C'è bisogno di valorizzare il brand con prodotti di largo consumo, occorre far conoscere la bellezza di Cremona.

Il cinema è un buon esempio, ma ci sono altri mezzi. Per esempio, i social. Faccio un esempio concreto: i ragazzi di Pro Cremona, che sono un patrimonio di giovane talento cittadino, durante la pandemia fecero un video di Lena Yokoyama che suonava il violino nella città sofferente. Un momento tragico, ma quel video ha anche portato il nome e la bellezza di Cremona nel mondo, con una visibilità clamorosa. Quella bellezza andrebbe fatta conoscere, in circostanza fortunatamente più allegre. Abbiamo anche le capacità, i ragazzi di Pro Cremona lo hanno già dimostrato. Esiste un budget pubblicitario pubblico, sia pure limitato, andrebbe sfruttato per finanziare prodotti di questo tipo. 

La bellezza riscalda l'anima ma è anche una opportunità, ma per essere tale deve essere conosciuta.

La Quinta T è una iniziativa editoriale di
Alexandro Deblis Everet Editore
Via Solferino, 4 - Cremona
Direttore Responsabile: Fabio Tumminello
Registrazione al Tribunale di Cremona
n°616/2019 del 26 marzo 2019
Provider: Serverplan
Partita IVA: 01653460194

Consulta la Privacy Policy