Cronaca

Parcheggio multipiano di via Dante e ritardi, è polemica: la minoranza attacca, il Comune respinge le accuse

Volano stracci fra opposizione e maggioranza sul tema del parcheggio multipiano di via Dante. Le lungaggini nella costruzione della struttura, dovute a problemi di fornitura materiali, problemi tecnici e amministrativi vari (ovviamente a iniziare dai ritardi dovuti ala pandemia), hanno spinto la minoranza ad attaccare in modo anche deciso: l'accusa è che la colpa dei problemi sia frutto delle scelte dell'amministrazione e che queste mettano a rischio anche il contributo regionale. Per inciso, il cronoprogramma dei lavori prevedeva la fine a marzo 2023 ma è stato prorogato. 

Ora arriva la piccata risposta del Comune: 

COMUNICATO STAMPA DEL COMUNE

Multipiano di via Dante: il cantiere prosegue. La minoranza ha la memoria corta

Cremona, 17 marzo 2023 – In merito alla realizzazione del parcheggio multipiano di via Dante è da mettere subito in chiaro che i contributi regionali non sono a rischio: questa è bufala che alcuni componenti della minoranza hanno lanciato attraverso il loro comunicato. Si tratta dei soliti soggetti che amano fare dichiarazioni roboanti parlando male della città procurandole di certo un danno d’immagine.

Gli slittamenti dei lavori stanno all’interno dell’accordo con Regione che attende il certificato di collaudo entro la fine di ottobre, e siccome tutti noi, compresi gli enti superiori, siamo sul pianeta terra, tranne la ‘competente’ minoranza, sono state riconosciute le difficoltà che dal 2020 affliggono i lavori pubblici su tutto il territorio nazionale.

Forse il loro timore proviene dalle loro esperienze di governo. E’ infatti opportuno ricordare che gli stessi soggetti che fanno aleggiare il malaugurio su questo cantiere, hanno probabilmente dimenticato quando, nel 2010, al governo della città, rinunciarono ad un contributo regionale di quasi 5 milioni di Euro proprio per la realizzazione di una struttura di interscambio a favore della stazione.

Se avessero accettato quel contributo oggi avremmo tutte le strutture e avremmo potuto utilizzare il denaro di Regione e del Comune che sta investendo sul comparto, quasi 1,5 milioni di Euro, in altri lavori. Invece, vista la loro mancanza di lungimiranza, dopo 13 anni stiamo colmando quel vuoto. Pertanto potremmo noi, non loro, aprire e leggere il libro degli errori.

Sono stati illustrati più volte in Consiglio comunale, non senza frustrazione da parte nostra per i continui ritardi, i procedimenti di gara aperta eseguiti, le difficoltà avute poi con le varie imprese, le difficoltà riscontrate durante i primi due anni della pandemia, il difficile reperimento dei materiali, l’aumento dei prezzi, tutti problemi che hanno travolto questo cantiere. E’ inoltre opportuno precisare che più volte i tecnici comunali hanno spiegato che i lotti funzionali non sono stati presi in considerazione dai progettisti e dalla struttura comunale stessa semplicemente perché privi di senso ed economicamente non convenienti.

Gli aggiornamenti sono positivi: l'impegno delle ditte coinvolte è quello di inviare i materiali mancanti dal 23 marzo. E' stato quindi consegnato il nuovo cronoprogramma e i lavori da fine marzo dovrebbero riprendere speditamente.

L’area sarà completamente sistemata anche dal punto di vista viabilistico, verrà terminata la ciclabile che arriverà sino alla stazione ferroviaria,  sistemati i percorsi pedonali, nonché la piattaforma degli autobus urbani nel piazzale delle ex tramvie.

Da ultimo, a completamento dell’area, AEM Cremona S.p.A. sistemerà il parcheggio libero di proprietà della società, situato in via Elda Fezzi, accanto al nuovo multipiano. Entro l’autunno ci sarà pertanto una zona di parcheggio di 1000 posti gratuiti a servizio della stazione e del centro città.

La Quinta T è una iniziativa editoriale di
Alexandro Deblis Everet Editore
Via Solferino, 4 - Cremona
Direttore Responsabile: Simone Manini
Direttore Editoriale: Fabio Tumminello
Registrazione al Tribunale di Cremona
n°616/2019 del 26 marzo 2019
Provider: Serverplan
Partita IVA: 01653460194

Consulta la Privacy Policy