Cronaca

In Sala della Consulta si possono visionare le proposte per la nuova bandiera di Cremona

COMUNICATO STAMPA

In Sala della Consulta visibili le proposte per la bandiera della Città di Cremona

Esposti gli elaborati pervenuti nell'ambito del concorso di idee indetto dalla Presidenza del Consiglio Comunale

Cremona, 2 aprile 2024 – Sono esposti nella Sala della Consulta di Palazzo Comunale gli elaborati pervenuti nell'ambito del concorso di idee "La bandiera della Città di Cremona". L'apposita commissione, incaricata di valutarli, ha infatti concluso il proprio lavoro e, come stabilito dal bando di concorso, i lavori presentati sono stati esposti e sono visibili da lunedì al sabato, dalle 9 alle 18.

Il Consiglio Comunale, nella seduta del 6 giugno 2022, ha approvato una mozione finalizzata "ad avviare il processo di inserimento nel regolamento comunale dei necessari articoli relativi all'istituzione di una bandiera cittadina, che rispecchi le evidenze e le testimonianze storiche relative alla città".

La Presidenza del Consiglio Comunale ha quindi bandito un concorso di idee, aperto alla cittadinanza e alle istituzioni scolastiche, finalizzato all'ideazione di un progetto grafico e alla realizzazione di un elaborato a colori rappresentativo della bandiera cittadina. Entro il termine stabilito sono pervenute dieci proposte.

Il bando prevedeva che la valutazione degli elaborati fosse effettuata da un'apposita commissione che, costituita a cura del Segretario Generale del Comune Gabriella Di Girolamo, aveva come componenti Valeria Leoni, direttrice dell'Archivio di Stato di Cremona, Giorgio Frassi, titolare della cattedra di Tecniche dell'Incisione-Grafica d'Arte alla Scuola di Grafica dell'Accademia di Belle Arti di Brera, e Mariano Venturini, responsabile del Servizio Segreteria Generale del Comune.

La commissione, espletate le formalità di rito, ha preso in esame gli elaborati presentati, alla luce dei criteri e parametri individuati dal bando, in termini di creatività e originalità; coerenza con le finalità di cui al bando di concorso; immediatezza e forza comunicativa; valenza estetica ed espressiva,

Come evidenziato dalla commissione, la disamina generale sui progetti proposti ha messo in luce "qualità trasversali di immediatezza, originalità ed espressività, scontando però un mancato richiamo alle testimonianze storiche citate nel bando di concorso".

Dopo ulteriori approfondimenti, la commissione ha comunque ritenuto di attribuire particolare menzione alla proposta presentata da Federico Rastelli, la cui relazione descrittiva si distingue per "l'approccio ragionato e la selezione delle fonti storiche e delle note di contesto" specificando come vada in ogni caso verificata la compatibilità di taluni elementi con le regole e i canoni dell'araldica ufficiale, a cui l'amministrazione si deve orientare per presentare la richiesta ufficiale alle competenti sedi istituzionali.

"Sarà fasciata di argento e di rosso come il braccio di Giovanni Baldesio. La proposta di bandiera della città di Cremona scelta dalla commissione esaminatrice incarna la storia della nostra comunità. L'ha disegnata un ragazzo cremonese che ricorderà con orgoglio questo momento. La nostra bandiera, quando verrà approvata con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, sventolerà sulla facciata di Palazzo comunale e di ogni altro edificio comunale a ricordare con orgoglio le nostre radici", dichiara Paolo Carletti, presidente del Consiglio Comunale.

La Quinta T è una iniziativa editoriale di
Alexandro Deblis Everet Editore
Via Solferino, 4 - Cremona
Direttore Responsabile: Simone Manini
Direttore Editoriale: Fabio Tumminello
Registrazione al Tribunale di Cremona
n°616/2019 del 26 marzo 2019
Provider: Serverplan
Partita IVA: 01653460194

Consulta la Privacy Policy