Cultura

Sabato 19 settembre grande appuntamento al Museo del Violino con Fabrizio Von Arx e il suo viaggio con "The Angel"

Nuovo appuntamento di prestigio al Museo del Violino sabato 19 settembre con Fabrizio Von Arx. Ecco il comunicato di presentazione dell'evento:

VIOLINO ANTONIO STRADIVARI "THE ANGEL"

VIAGGIO ITINERANTE PER I SUOI 300 ANNI 

DA GINEVRA A CREMONA RITORNO ALLE ORIGINI

FABRIZIO VON ARX

SABATO 19 SETTEMBRE 2020, ore 11,30
Auditorium Giovanni Arvedi

Museo del Violino - Cremona

COMUNICATO STAMPA - VIAGGI DAL 5 AL 19 SETTEMBRE 2020 

Fabrizio von Arx, il Museo del Violino, la Stradivarius Art & Sound e l'agenzia Musika sono molto felici di presentarvi un viaggio musicale unico e senza precedenti nelle Alpi svizzere e italiane in occasione del terzo centenario del violino Stradivari "L'Angelo" Ex-Madrileno. Un viaggio musicale in 7 tappe, costellato di incontri inaspettati, concerti e convegni, che condurrà "L'Angelo" nella sua città natale: Cremona.
Dal 5 al 19 settembre il virtuoso violinista Fabrizio von Arx farà vibrare il suo Stradivari attraverso incontri inaspettati in piccoli paesi alpini con musicisti, danzatori e docenti per presentare tutte le sfaccettature di questo eccezionale strumento. Il tour si conclude sabato 19 settembre a Cremona dove “L'Angelo” è stato costruito 300 anni fa da Antonio Stradivari nel 1720.
Il pubblico potrà incontrare l’arte di grandi talenti come nel XVII secolo, quando gli artisti andavano di città in città per presentare la loro musica e le loro storie. Oggi il viaggio sarà a bordo di due automobili Alfa Romeo. Questo viaggio sarà’ seguito dalle telecamere della JBP John Blanche Production è dara vita ad un documentario “For the Next 300s years”.

Un viaggio transalpino composto da:
● 7 concerti in 14 giorni 
● 6 musicisti, 2 ballerini, 1 oratore
● 7 luoghi insoliti: Fondazione Opale per l'arte contemporanea, Hotel, Chiese, Musei, Municipi.
● 982 km dalla Svizzera all'Italia in auto (con il supporto di Garage Lory Alfa Romeo)
● Un documentario di 52' prodotto dalla famosa compagnia John Blanch Production, intitolato "Per i prossimi 300 anni"

Svizzera
- 5 settembre Ginevra - 19:00: Fabrizio Von Arx e il pianista Kit Armstrong - Concerto di chiusura del Festival des Bastions, Kiosque des Bastions
- 10 settembre St-Luc (VS) - 19:00: Fabrizio Von Arx e il clavicembalista Paolo Corsi concerto barocco, chiesa di St-Luc
- 11 settembre St-Luc - 11:00: Conferenza con il liutaio Bernard Bossert - Ex asilo nido St-Luc
- 12 settembre Lens (VS) - ore 18.30: Fabrizio von Arx ed il pianista Antonio Valentino - con i ballerini del Béjart Ballet Lausanne Julien Favreau e Elisabet Ros, Foundation Opale
- 14 settembre Saas-Fee (VS) - ore 20: Fabrizio von Arx e la violoncellista Nadège Rochat - Walliserhof Grand-Hotel & Spa
- 16 settembre Sils Maria (GR) - ore 17.30: Fabrizio von Arx ed il pianista Joseph-Maurice Weder, Offene Kirche

Italia
- 17 settembre Laveno-Mombello - ore 18:30: Lecture - concerto di Fabrizio von Arx - Palazzo Perabó
- 19 settembre Cremona - 11:30: Fabrizio von Arx e il pianista Kit Armstrong - Auditorium del Museo del Violino, concerto di chiusura del tour (posto unico Euro 8).


Biografia Fabrizio von Arx:
Svizzero e napoletano, Fabrizio von Arx ha iniziato gli studi di violino all'età di cinque anni sotto la guida di G. Leone e ha proseguito presso il Conservatorio di San Pietro a Majella di Napoli. Bambino prodigio, ha vinto giovanissimo il concorso Vittorio Veneto e altri concorsi nazionali per giovani talenti.
Si perfeziona a Ginevra dove ottiene il 1° premio per il diploma di Virtuosismo con Corrado Romano, poi quello di Artista negli Stati Uniti presso la School of Music dell'Indiana University di Bloomington con Franco Gulli e Nelli Skolnikova.
Ha lavorato anche a Berlino con Ruggiero Ricci e a Cremona con Salvatore Accardo. Artista Sony RCA-Red Seal dal 2013, etichetta sotto la quale sviluppa la sua discografia, è ospite di più stagioni di concerti e si è esibito con molte orchestre internazionali.


L'ex madrileno Stradivari "L'Angelo" in poche parole:
1720: creazione a Cremona nella bottega del famoso liutaio Antonio Stradivari, durante il suo "periodo d'oro".


UNA STORIA ENIGMATICA
Ormai scomparso, l'ex madrileno "Angel" riemerse alla fine degli anni Cinquanta. Deve il suo antico nome alla capitale spagnola, dove allora viveva uno dei suoi proprietari, il Senor Acebal, amico del virtuoso iberico Carlos Sedano. Ne troviamo tracce ufficiali presso rivenditori di strumenti rari, come Rembert Wurlitzer a New York (1960) e John & Arthur Beare a Londra.
Durante il mezzo secolo successivo, l'oggetto prezioso cambiò focalizzazione otto volte.
L'"Angelo" rimase così con John W. Nields (1962), negli Stati Uniti, e con il cacciatore di violini Jacques Français (1969). È rimasto anche con il professore di Harvard Mark Ptashne (1981), poi con Eric Hurst (1983), prima di trasferirsi nel 2003 con il virtuoso russo Rimma Shushanskaya del Conservatorio di Birmingham. Questo affascinante oggetto, interpretato da grandi musicisti come il Maestro Ruggiero Ricci, appartenuto inoltre a Deborah Read, la moglie del presidente degli Stati Uniti Benjamin Franklin.


UNO STATO DI CONSERVAZIONE STRAORDINARIO
Un violino la cui vernice è ancora intatta e il cui legno è incredibilmente bello.
21 SETTEMBRE 2018: Una prima: lo strumento viene benedetto dal cardinale Gianfranco Ravasi nella Basilica di San Marco a Venezia. In questa occasione è stato ribattezzato: "L'Angelo” ex mMadrileno 1720-2020: anno del suo terzo centenario


Ulteriori informazioni: www.stradivarius-artsound.com
www.musika-agence.ch
Ani Gasparyan +41 78 950 16 06
Marina Lavénière +41 78 629 02 75

La Quinta T è una iniziativa editoriale di
Alexandro Deblis Everet Editore
Via Solferino, 4 - Cremona
Direttore Responsabile: Fabio Tumminello
Registrazione al Tribunale di Cremona
n°616/2019 del 26 marzo 2019
Provider: Serverplan
Partita IVA: 01653460194

Consulta la Privacy Policy