Cultura

"Restiamoconnessi": il Ponchielli propone "La sonnambula" di Bellini

ph_alessia_santambrogio.jpg

Pubblichiamo con piacere il comunicato del teatro Ponchielli che annuncia una nuova opera nel progetto Restiamo Connessi:

Un nuovo appuntamento con #Restiamo Connessi e con l’opera.

Abbiamo il piacere di riproporre La Sonnambula di V. Bellini, andata in scena al Teatro Ponchielli nella Stagione d’Opera 2019. Il suggestivo allestimento realizzato da OperaLombardia in collaborazione con l’Opera di Las Palmas, vede la regia firmata da Raùl Vasquez e il podio affidato a Leonardo Sini, giovane interprete che vanta già un’acclamata carriera internazionale.

La Sonnambula sarà visibile da lunedì 1 sino a domenica 7 marzo sul sito del teatro (teatroponchielli.it) e sui canali social.

Basta un click per essere coinvolti in una travagliata storia di amore e di riscatto sociale, ostacolata da gelosia e incomprensioni, con un pizzico di mistero e il fascino oscuro di un fenomeno psichico sconosciuto. Il lieto fine è assicurato.

Ringraziamo Cremona1Tv per le riprese e la disponibilità del video.

ph_alessia_santambrogio-14.jpg

La Sonnambula

melodramma in due atti. Libretto di Felice Romani,

dal ballo pantomimo La Sonnambule, ou L’arrivée d’un nouveau seigneur

di Eugène Scribe e Jean-Pierre Aumer

Musica di Vincenzo Bellini

con Davide Giangregorio, Sofia Jenelidze, Veronica Marini, Ruzil Gatin, Giulia Mazzola, Luca Vianello, Claudio Grasso

ph_alessia_santambrogio-135.jpg

direttore Leonardo Sini

regia Raúl Vázquez

scene Sergio Loro - costumi Claudio Martin

luci Vincenzo Raponi - assistente alla regia Antonella Cozzolino

ORCHESTRA I POMERIGGI MUSICALI

CORO OPERALOMBARDIA 

maestro del coro Massimo Fiocchi Malaspina

Il tempo record di soli due mesi che Bellini impiegò per scrivere Sonnambula, non gli impedì di raccogliere dalla partitura il frutto di una maturità artistica ormai pienamente raggiunta, che si esprime bene nell’equilibrio tra la raffinatezza melodica e il pathos del tema romantico. La storia, nel libretto scritto da Felice Romani, conteneva tutti gli elementi di attrattiva per la sensibilità romantica di artisti e pubblico dell’epoca: una travagliata storia di amore e di riscatto sociale, ostacolata da gelosia e incomprensioni; un pizzico di mistero; il fascino oscuro di un fenomeno psichico sconosciuto; il lieto fine e il trionfo dell’innocenza.

La Quinta T è una iniziativa editoriale di
Alexandro Deblis Everet Editore
Via Solferino, 4 - Cremona
Direttore Responsabile: Fabio Tumminello
Registrazione al Tribunale di Cremona
n°616/2019 del 26 marzo 2019
Provider: Serverplan
Partita IVA: 01653460194

Consulta la Privacy Policy