Cultura

Il Ponchielli presenta la sua stagione: programma ricco, si parte con Stefano Bollani

Il Teatro Ponchielli ha presentato la sua nuova stagione artistica, la prima sotto la guida del nuovo sovrintendente Andrea Cigni. E' un programma ricchissimo, a cominciare dal concerto di debutto di Stefano Bollani, artista di primissimo piano. Ecco il programma con le schede di ogni concerto, ma prima per le informazioni sui biglietti leggi Ecco tutte le istruzioni per i biglietti del Teatro Ponchielli (nuova stagione!):

 

MUSICA – CONCERTO INAUGURALE

venerdi 7 maggio, ore 20.00

STEFANO BOLLANI pianoforte

UNITED SOLOISTS ORCHESTRA

Gabriele Evangelista contrabbasso

Bernardo Guerra batteria

Arseniy Shkaptsov direttore

musiche Stefano Bollani, George Gerswhin, Duke Ellington

 

Un grande ritorno a Cremona, Stefano Bollani con la United Soloists Orchestra e la direzione di Arseniy Shkaptsov, per un concerto che si preannuncia indi­menticabile.

Il concerto vede la partecipazione, insieme a Bollani, di Gabriele Evangelista (contrabbasso) e Bernardo Guerra (batteria).

Il programma comprende Gerswhin, Ellington e il Concerto Verde dello stesso Bollani.

L’orchestra composta da 50 musicisti tra i migliori d’Europa, per una serata di grande musica, in com­pagnia di uno dei nomi più popolari del repertorio contemporaneo.

 

 

bagliniChiesa 6-ph Davide Cerati.jpg

FOTO DAVIDE CERATI

MUSICA

lunedi 10 maggio, ore 20.00

IL VIOLONCELLO VISTO DAI GRANDI PIANISTI

SILVIA CHIESA violoncello

MAURIZIO BAGLINI pianoforte

musiche F. Busoni, Franz Liszt, F. Chopin, S. Rachmaninoff

 

Uniti nella vita e uniti nella musica, Silvia Chiesa (violon­cello) e Maurizio Baglini (pianoforte) sono una delle coppie di artisti più affiatate e più apprezzate nel panorama musicale europeo.

Chiesa/Baglini o Baglini/Chiesa, poco importa chi viene prima, perché sarà un alternarsi di virtuosismo, bra­vura e di storia… la storia della loro vita insieme, dei viaggi, dell’affetto che li lega e delle curiosità che rendono ‘umani’ due artisti così importanti.

 

Macbettu_phAlessandroSerra (2).jpg

FOTO ALESSANDRO SERRA

TEATRO

mercoledi 12 maggio, ore 20.00

SARDEGNA TEATRO

MACBETTU

di Alessandro Serra

tratto dal Macbeth di William Shakespeare

con Fulvio Accogli, Andrea Bartolomeo, Leonardo Capuano, Andrea Carroni, Giovanni Carroni, Maurizio Giordo, Stefano Mereu, Felice Montervino.

traduzione in sardo e consulenza linguistica Giovanni Carroni

lo spettacolo verrà rappresentato in lingua sarda con sopratitoli in italiano

collaborazione ai movimenti di scena Chiara Michelini

musiche pietre sonore Pinuccio Sciola

composizioni pietre sonore Marcellino Garau

 

Lo spettacolo verrà rappresentato in lingua sarda con sopratitoli in italiano.

Uno spettacolo tra i più premiati e apprezzati degli ultimi anni e vincitore del Premio Ubu 2017.

 

Macbettu, tratto da William Shakespeare, di Alessandro Serra definito, dalla critica specializzata, il ‘fenomeno del teatro italiano’.

L’idea di questo spettacolo recitato in sardo e, come nella più pura tradizione elisabettiana, interpretato da soli uomini, nasce nel corso di un reportage fotografico tra i carnevali della Barbagia, carichi di suoni cupi prodotti da campanacci e antichi strumenti, di pelli di animali, di corna e dove la potenza dei gesti e della voce, trovano sorprendenti analogie con il capolavoro shakespeariano.

La lingua sarda non limita la fruizione, ma trasforma in canto ciò che in italiano rischierebbe di scadere in letteratura. Uno spazio scenico vuoto, cupo, attraversato dai corpi degli attori che disegnano luoghi ed evo­cano presenze… pietre, terra, ferro, sangue, residui di antiche civiltà nuragiche.

 

 

foi - 15 maggio.jpeg

OPERA

sabato 15 maggio, ore 20.00

OMAGGIO AD AMILCARE PONCHIELLI

ORCHESTRA FILARMONICA DELL’OPERA ITALIANA “BRUNO BARTOLETTI”

musiche A. Ponchielli, G. Puccini, P. Mascagni

 

Una serata di Gala per celebrare il compositore che dà il nome al nostro teatro.

Un concerto speciale che vede la partecipazione dell’Orchestra Filarmonica dell’Opera Italiana ‘Bru­no Bartoletti’, con un programma che unisce brani di Ponchielli e dei suoi allievi presso il Conservatorio di Milano, Puccini e Mascagni. In programma, oltre alla popolarissima Danza delle ore, l’aria per sopra­no “Suicidio!..” entrambe tratte dall’opera più impor­tante di Ponchielli: La Gioconda.

La direzione d’orchestra è affidata a Valerio Galli. Interpreti della serata Anna Pirozzi (soprano) e Luciano Ganci (tenore), tra le voci più apprezzate del panorama lirico mondiale. Un vero e proprio evento per la Città di Cremona che vuole ricordare Ponchielli, il suo teatro, la sua città.

 

MM-Contemporary-Dance-Company-Vivaldi-Umane-Passioni.-Coreografia-Michele-Merola.-Photo-Tiziano-Ghidorsi-1-1[1].jpg

FOTO TIZIANO GHIDORSI

DANZA

martedì 18 maggio, ore 20.00

MM CONTEMPORARY DANCE COMPANY

LOVE POEMS

DUETTO INOFFENSIVO

estratto da Rossini Cards

coreografia Mauro Bigonzetti

musica di Gioacchino Rossini

luci Carlo Cerri

costumi Helena De Medeiros

 

BRUTAL LOVE POEMS

coreografia Thomas Noone

musica di Jim Pinchen

 

VIVALDI UMANE PASSIONI V

coreografia Michele Merola

musica di Antonio Vivaldi

luci Cristina Spelti

costumi Carlotta Montanari

 

Tre lavori interpretati da 7 danzatori della MMCDC, realtà di eccellenza della danza italiana, con una consolidata attività di spettacoli su tutto il territorio nazionale.

Le coreografie proposte per questa serata sono unite dal comune denominatore di una spiccata mu­sicalità e caratterizzate da una forte implicazione tanto interpretativa quanto tecnica, che metterà in luce la versatilità stilistica e la straordinaria bravura dei danzatori della compagnia. Da un brano all’altro, la danza diventerà tutt’uno con la musica, sposan­done la ricchezza compositiva grazie a coreografie che privilegiano il movimento, la plasticità, ma anche l’importanza del singolo gesto.

 

 

MUSICA

giovedì 20 maggio, ore 20.00

VIVALDI A CREMONA 

ORCHESTRA MONTEVERDI & STRADIVARI

Francesco Fiore direttore

Sofia Manvati, Leonardo Pellegrini violini solisti

Africa Dobner violoncello basso continuo

musica Antonio Vivaldi

 

Il Progetto Orchestra Monteverdi & Stradivari coinvolge studenti del Conservatorio di Cremona, docenti e stu­denti dei corsi avanzati dell’Istituto Stradivari ed è volto alla realizzazione di programmi sinfonici.

L’orchestra, diretta dal M° Francesco Fiore, docente di viola presso il Conservatorio cittadino, proporrà Le Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi, e il Concerto in La maggiore per violino, archi e cembalo.

 

 

graces.JPG

DANZA

martedì 25 maggio, ore 18.00 e 20.30 (Palcoscenico del Teatro)

SILVIA GRIBAUDI

GRACES

coreografia Silvia Gribaudi

drammaturgia Silvia Gribaudi e Matteo Maffessanti

con Silvia Gribaudi, Matteo Marchesi, Siro Guglielmi, Andrea Rampazzo

 

Graces è una performance ispirata alla scultura e al concetto di bellezza e natura che Antonio Canova realizzò tra il 1812 e il 1817.

L’ispirazione è mitologica. Le tre figlie di Zeus: Aglaia, Eufrosine e Talia erano creature divine in grado di diffondere splendore, gioia e prosperità.

In scena tre corpi maschili, tre danzatori dentro ad un’opera scultorea, che simboleggia la bellezza in un viaggio di abilità e tecnica, che li porta in un luogo e in un tempo sospesi tra l’umano e l’astratto.

In scena anche l’autrice Silvia Gribaudi, artista empatica, irriverente ed esilarante, che ama definirsi “autrice del corpo”. La sua poetica è in grado di trasformare le imperfezioni - in modo costruttivo - elevandole a forma d’arte attraverso una comicità diretta, a tratti crudele, che rimuove i confini tra danza, teatro e performing arts.

 

 

2295 ORGOGLIO E PREGIUDIZIO Arturo Cirillo Rosario Giglio Giulia Trippetta Valentina Picello @foto Matteo Delbo.jpg

FOTO MATTEO DELBO

TEATRO

venerdì 28 maggio, ore 20.00

MARCHE TEATRO/TEATRO STABILE DI NAPOLI

ORGOGLIO E PREGIUDIZIO

di Jane Austen

adattamento teatrale Antonio Piccolo

regia Arturo Cirillo

con Arturo Cirillo, Valentina Picello, Riccardo Buffonini, Alessandra De Santis, Rosario Giglio, Sara Putignano, Giacomo Vigentini, Giulia Trippetta

 

Il Teatro sarà protagonista con un titolo tra i più noti della letteratura inglese.

Affascinato dall’Ottocento Arturo Cirillo, attore e regista napoletano, dopo aver allestito molti classici del teatro mette in scena Orgoglio e Pregiudizio di Jane Austen nell’adattamento teatrale di Antonio Piccolo.

Una commedia esilarante quella che si consuma sul palcoscenico, una rappresentazione che si spoglia del­le vesti un po’ grigie, tipicamente romantiche e talvolta strazianti della scrittura, per indossare quelle briose ed energiche di uno spettacolo in cui ironia, sarcasmo ed esagerazione con una punta di irriverenza fungono da capisaldi della narrazione.

La Quinta T è una iniziativa editoriale di
Alexandro Deblis Everet Editore
Via Solferino, 4 - Cremona
Direttore Responsabile: Fabio Tumminello
Registrazione al Tribunale di Cremona
n°616/2019 del 26 marzo 2019
Provider: Serverplan
Partita IVA: 01653460194

Consulta la Privacy Policy