Cultura

FIERA DEL LIBRO DI CREMONA: anche 'DOC nelle tue mani' tra gli appuntamenti del 22/23/24 aprile 2022

20200422_fiera del libro 2022.jpg

Appuntamento di venerdì 22 aprile ore 17.30 presso lo SpazioComune in piazza Stradivari a Cremona.

Claudio Ardigò presenta i due libri "The picture of death" di Sofia Digiuni e "Ti racconto Artemisia Gentileschi" di Simone Fappanni.

Letture a cura di Emi Mori.

Ingresso libero, fino a esaurimento posti, richiesto green pass.

 "The picture of death" di Sofia Digiuni

‘Clarissa è una ragazza di una bellezza di ghiaccio, disarmante, affascinante e pericolosa. Dietro la sua freddezza e imperturbabilità si nascondono ferite molto profonde di un passato che sembra non volerla abbandonare, tormentandola con dubbi e sensi di colpa.

I suoi nemici sono invidiosi dell’enorme potere che possiede e allo stesso tempo la temono, per questo motivo cercheranno in tutti i modi di contrastarla.

Clarissa si crede indistruttibile, ma emozioni che pensava sepolte per sempre la faranno ricredere.

Una storia di vampiri e streghe, di amore e amicizia, di tradimento e lealtà, di perdono e vendetta, in cui non sempre i personaggi sono quello che sembrano’.

Sofia Digiuni è nata a Cremona il 2 luglio 2002. Attualmente frequenta il quinto anno del Liceo Scientifico G. Aselli della città. Fin da piccola ama leggere e crescendo si è dedicata alla scrittura. È appassionata anche di serie tv e musica e ama gli animali. Questo è il suo primo romanzo.




 "Ti racconto Artemisia Gentileschi" di Simone Fappanni.

‘Il libro vuole essere un'introduzione alla poetica creativa di Artemisia Gentileschi, artista per troppo tempo ingiustamente dimenticata e ora al centro di una fortunata serie di esposizioni in Italia e all'estero e di un vivace dibattito critico. Simone Fappanni presenta questa figura attraverso un lavoro che si rivolge non soltanto agli esperti, ma anche a tutti coloro che desiderano conoscere o approfondire una personalità complessa che nel corso della sua esistenza è stata persino vittima di uno stupro, ma non per questo ha smesso di dipingere; anzi, ha trovato nell'arte il modo per emanciparsi in un contesto storico, quello legato all'epoca barocca, che relegava le donne ai margini del mondo delle Beaux-Arts’. 

20200423_fiera del libro 2022.jpg

Appuntamento di sabato 23 aprile ore 17.30 presso lo SpazioComune in piazza Stradivari a Cremona.

Marta Artoni presenterà "Quando il delitto è arte" di Tiziana Viganò (Golem Edizioni) e Cinzia Carotti presenterà "Finta pelle" di Saverio Fattori (Marsilio Editore).

Letture a cura di Emi Mori.

Ingresso libero, fino a esaurimento posti, richiesto green pass

 "Quando il delitto è arte" di Tiziana Viganò 

‘Sono passati tre anni dalle indagini di "sinfonia nera in quattro tempi" e molto è cambiato nella vita del maresciallo, ora capitano, Adelio Rusconi. Improvvisamente, sulla scena della tranquilla città di Legnano, nell'hinterland milanese, irrompe un delitto particolare, molto simile a un precedente caso di quattordici anni prima, che aveva visto coinvolta Greta Hofer, medico legale ed ex fidanzata di Adelio. Ma è solo l'inizio di un'atroce serie di assassini di donne che recano il marchio speciale di un serial killer: la scenografia, la cura di ogni dettaglio, la messa in posa dei cadaveri si ispirano alla performance art, ma inventano un nuovo stile. È un rompicapo, con l'omicida in piena escalation: nessuna traccia, nessun indizio, tante piste false’.

"Finta pelle" di Saverio Fattori 

‘In queste pagine vivono un uomo e due donne. L’uomo è sopravvissuto agli anni Ottanta. È stato un eroinomane e adesso ha una nuova dipendenza: un sito di appuntamenti erotici. Tutte le sue dipendenze sono ironiche e, in fondo, grottesche. Le due donne lavorano entrambe in un’azienda che non è né grande né piccola, né buona né cattiva. Carla è operaia, Tiziana lavora in ufficio, e si sono sempre ignorate. L’uomo invece non ha nome, ma solo un nickname, e un messaggio: «Cerco una donna che come me è arrivata a fine corsa e vuole farsi un ultimo giro di giostra.» Al messaggio disperato, e avventuroso, risponde Tiziana, disposta ad accettare l’invito. Così si incontrano e parlano poco, fanno sesso, perché il corpo è l’ultima – e ormai l’unica – cosa che hanno da scambiare. Lui vive in una bolla autarchica che gli mangia l’esistenza; i ricordi si rincorrono, sono molti gli aneddoti che racconta, ma alcuni fatti li distorce, poi la memoria rimette le cose al giusto posto e il dolore si rinnova su un episodio che era stato rimosso: un fatto che non lo salva, ma almeno lo addolora. Tiziana non è sola, ha una famiglia, ma del marito si è accorta di non sapere proprio tutto (e in fondo sarebbe stato meglio non saperlo, fermarsi al Softair in tuta mimetica con gli amici durante il fine settimana). Carla è rimasta vedova, ma è curiosa e frequenta da molto tempo il sito di annunci erotici, così, quando capisce che Tiziana è entrata in questo nuovo mondo, desidera conoscerla meglio. Forse un po’ di condivisione, alla fine, salva tutti. Saverio Fattori, dopo anni, torna sulla scena letteraria con un romanzo che risplende delle mille luci, mai tranquillizzanti eppure comuni, della provincia italiana, un romanzo duro e limpido, al tempo stesso attuale – tanto che pure le dipendenze fisiche passano attraverso uno smartphone – e classico – tanto che tutte le nostre dipendenze, anche quelle nuovissime, funzionano allo stesso modo’.

20200424_fiera del libro_doc.jpg

Appuntamento di domenica 24 aprile ore 17.30 presso la Sala dei Quadri del Comune di Cremona (entrata dal Cortile Federico II).

Donata Ardigò presenterà il libro "Doc. Nelle tue mani" di Pierdante Piccioni presso la Sala dei Quadri del Comune di Cremona.

Letture a cura di Emi Mori.

Entrata libera, fino a esaurimento posti, richiesto green pass.

"Doc. Nelle tue mani" di Pierdante Piccioni

‘Quando un colpo di pistola alla testa ha cancellato dodici anni della sua vita, Andrea Fanti ha lottato duramente per rimettere insieme i cocci della sua esistenza. Da primario freddo e spietato si è trasformato in Doc, il medico empatico che si prende cura dei pazienti ed è un punto di riferimento per il reparto di medicina interna del Policlinico Ambrosiano. Ma proprio nel momento in cui sperava di aver riacquistato un seppur fragile equilibrio, lui e il mondo intero sono stati travolti da una devastante pandemia.

L’ospedale ne è uscito a pezzi e un’inchiesta incombe sui giorni terribili dell’emergenza, quando il virus ha mietuto vittime anche fra i medici in prima linea. Mentre tutto sembra disgregarsi e una nuova primaria, la virologa Cecilia Tedeschi, progetta di snaturare il suo reparto, Doc è costretto a combattere ancora, questa volta per non perdere quella che ormai è la sua famiglia, la squadra che l’ha fatto sentire parte di un progetto comune, aiutandolo a ritrovare se stesso quando brancolava nel buio.

Insieme a loro, Andrea dovrà affrontare la prova più difficile: riconquistare una nuova normalità, tornare a praticare l’empatia con i pazienti, rielaborare le molte ferite che ciascuno si porta dentro, che sia la scomparsa di una persona cara o la scoperta di una paura profonda. E mentre nuove sfide e minacce sembrano addensarsi sul futuro del Policlinico Ambrosiano, Doc deve di nuovo fare i conti con il suo passato: chi è davvero Cecilia Tedeschi, da che parte sta e come mai, nonostante tutto, i due sembrano avere un rapporto speciale?’.

Dopo il successo della prima stagione di Doc – Nelle tue mani, la fiction ispirata alla storia vera di Pierdante Piccioni.

La Quinta T è una iniziativa editoriale di
Alexandro Deblis Everet Editore
Via Solferino, 4 - Cremona
Direttore Responsabile: Fabio Tumminello
Registrazione al Tribunale di Cremona
n°616/2019 del 26 marzo 2019
Provider: Serverplan
Partita IVA: 01653460194

Consulta la Privacy Policy