Cultura

Venerdì 17 giugno al Museo del Cambonino festa sull'aia per conoscere i racconti della vita legata al Grande Fiume

Letture sul Po, il 17 giugno appuntamento al Museo del Cambonino

Grande festa sull’aia che omaggia il Grande Fiume come luogo di navigazione e pescatori

Cremona, 14 giugno 2022 - Dopo gli appuntamenti del 5 e del 20 maggio, le iniziative promosse nell’ambito della rassegna Letture sul Po escono dal centro città per spostarsi al Museo della Civiltà Contadina, “Il Cambonino Vecchio” (viale Cambonino, 22). E’ qui che venerdì 17 giugno si terrà un evento gratuito e aperto a tutta la cittadinanza per condurre i partecipanti, in una cornice suggestiva e al contempo storica, in un viaggio nel passato e nelle tradizioni legate alla navigazione e al popolo dei pescatori del Po.

L’appuntamento, organizzato dal Comune di Cremona, inizierà alle 17,00 nello spazio espositivo “Terra-Fiume” che ospiterà alcuni dei pescatori storici del Grande Fiume ed esperti naturalisti. Questi ultimi racconteranno ed illustreranno, utilizzando vari linguaggi e suggestioni, gli aspetti tradizionali della pesca sul Po e le abitudini di vita della popolazione che ha vissuto per lungo tempo lungo le sue rive, instaurando un rapporto quotidiano, a volte simbiotico, con esso.

Una festa sull’aia che omaggia il Grande Fiume come un luogo di navigazione, di pescatori, di abitudini, ma anche di socializzazione, scoperta, aggregazione, ma soprattutto di grande e sofferto lavoro in rapporto alla vita quotidiana.

“Questo momento di ‘Letture sul Po’ enfatizza la storia e le tradizioni legate al Grande Fiume, in particolare alla vita quotidiana dei pescatori che, nella quotidianità, hanno contribuito e costruito le nostre tradizioni, nonché le radici storiche di coloro che oggi popolano ancora le  sponde del Po. Tradizioni che legano ancora e tutt'ora i Comuni del Parco del Po e del Morbasco e che ci portano sempre più a riflettere sull'importanza della conoscenza del passato per meglio comprende il nostro presente e tutelare il patrimonio peculiare che il PLIS è oggi a livello sia ambientale che di socializzazione e cooperazione tra Comuni e soprattutto tra persone”, dichiarano al riguardo il Vice Sindaco Andrea Virgilio e l’Assessore alla Cultura Luca Burgazzi.

Le tradizioni verranno lette, illustrate e ballate e “servite” agli ospiti sotto forma di un menu terra e di fiume.

Menu di terra

Presentazione del volume Briciole della civiltà rurale soresinese con gli interventi di Roberto Dellanoce, delle prof.ssa Adele Emilia Cominetti, del prof. Luca Castelli e dell’arch. Rinaldo Vezzini. A seguire, Briciole di vita, letture a cura di Magda Maestroni, e Sapore di dialetto, letture a cura di Luciano Galli dell’Associazione Gruppo dialettale El Zàch. Sarà inoltre allestita una mostra di dipinti sulle cascine di Roberto Dellanoce dell’Associazione Artisti Cremonesi. Seguirà una visita guidata allo spazio espositivo “Terra-fiume” a cura di Giuseppe Ghizzoni.

Menu di fiume

Presente il prof. Riccardo Groppali, autore del libro I pescatori del Grande Fiume, è in programma l’’ntervento di Armando Catullo, Presidente del Comitato provinciale della Federazione canottaggio a sedile fisso e coordinatore delle imbarcazioni appartenenti a quattro società canottieri.

Dessert

Questa ultima parte dell’evento prevede le dimostrazioni del Gruppo di Canto Popolare di Cremona.

Al termine della serata verrà offerto pane e salame a tutti i partecipanti.

All’iniziativa parteciperanno Andrea Virgilio, Vice Sindaco e Assessore al Territorio, e Luca Burgazzi, Assessore alla Cultura del Comune di Cremona.

La Quinta T è una iniziativa editoriale di
Alexandro Deblis Everet Editore
Via Solferino, 4 - Cremona
Direttore Responsabile: Fabio Tumminello
Registrazione al Tribunale di Cremona
n°616/2019 del 26 marzo 2019
Provider: Serverplan
Partita IVA: 01653460194

Consulta la Privacy Policy