Cultura

Incontro su "Fumetto e archeologia" il 16 febbraio al museo San Lorenzo, come corollario della mostra su Hugo Pratt

L’ULISSE DI HUGO PRATT DI MARI E AVVENTURE PRIMA DI CORTO MALTESE

Cremona, Museo Archeologico San Lorenzo, dal 21 gennaio al 3 marzo 2024.

A cura del Comune di Cremona e del Centro Fumetto “Andrea Pazienza”

in collaborazione con Cong Sa Hugo Pratt art properties.  nell’ambito della mostra incontro sul tema

FUMETTO E ARCHEOLOGIA

 

intervengono

EMILIANO BARLETTA

autore “Diario di scavo” oblò edizioni

EMANUELE ROSSO

autore “Bassilla” collana Fumetti nei Musei

moderano

MARINA VOLONTE’ E MICHELE GINEVRA

 

VENERDI’ 16 FEBBRAIO 2024 – H. 18:00

MUSEO ARCHEOLOGICO SAN LORENZO

VIA SAN LORENZO 4 – CREMONA

 

INGRESSO LIBERO IN OCCASIONE DELL’INCONTRO

Sono oltre 750 i visitatori che hanno potuto ammirare le tavole originali e le opere di Hugo Pratt, noto in tutto il mondo come creatore del marinaio e avventuriero Corto Maltese. Per approfondire i temi della mostra, ecco un incontro intitolato “Fumetto e Archeologia”,  dedicato alle iniziative editoriali che hanno raccontato e raccontano il mondo dell’archeologia attraverso il linguaggio del fumetto. Intervengono due autori che si sono cimentati su questo tema. Emanuele Barletta, sceneggiatore, è anche archeologo e attraverso le sue storie racconta gli aspetti che caratterizzano questa impegnativa professione, che richiede molti sacrifici. Emanuele Rosso è un fumettista che scrive e disegna i suoi lavori e che è stato incaricato di realizzare una storia dedicata al Museo Archeologico Nazionale di Aquileia. La pubblicazione fa parte della collana Fumetti nei Musei, promossa dal Ministero della Cultura, che consiste in 51 albi già pubblicati e 17 di prossima uscita, tutti dedicati ad altrettanti musei statali. Queste iniziative mettono in rilievo come il fumetto possa essere utilizzato per la divulgazione della nostra cultura attraverso opere di elevata qualità artistica e narrativa. L’incontro sarà idealmente dedicato alla figura di Alfredo Castelli, lo sceneggiatore creatore del fantaarcheologo Martin Mystère (e di tanti altri fumetti e studi) recentemente scomparso.

Di seguito le biografie dei relatori e le informazioni sulla mostra che rimarrà aperta sino al 3 marzo, con possibilità di prenotare visite per scolaresche.

EMILIANO BARLETTA

Archeologo, informatico e sceneggiatore romano. Si è laureato in archeologia del Vicino Oriente Antico alla Sapienza Università di Roma e ha studiato sceneggiatura presso la Scuola di Fumetto Online di ComicOut. Come sceneggiatore ha pubblicato i fumetti “Nel Buio” (Astromica/RW Edizioni, 2022),  “Diario di Scavo, considerazioni finali” (Oblò-APS, 2021) e “Charlie Chaplin. Il funambolo” (Edizioni NPE, 2019). Ha inoltre partecipato alle antologie a fumetti “My Covid in comics” (Caracò Editore, 2021) e “Combatti la paura” (Edizioni il Galeone, 2018). Ha collaborato con il settimanale “Internazionale”, la rivista “Scuola di Fumetto”, il trimestrale “ANTIFA!nzine”, “Ex novo – Journal of Archaeology” e sul portale STORMI.

 

EMANUELE ROSSO

Nasce a Udine nel 1982. Si trasferisce nel 2001 a Bologna, dove si laurea prima al DAMS (Arte Contemporanea) e poi in Lettere Moderne.  Dopo aver realizzato diverse autoproduzioni e storie brevi, esordisce come autore unico nel 2013 con il graphic novel “Passato, prossimo” (Tunué), a cui seguono “Limoni. Cronache di quotidiane resistenze sentimentali” (Coconino Press - Fandango, 2017), “GOAT” (Coconino Press - Fandango, 2019) e “Bassilla” nella collana “Fumetti nei musei” (Coconino Press - Fandango, 2020) promossa dal MiC. Attualmente sta realizzando “Off the record”, un atipico fumetto distribuito via newsletter che nel 2023 vince il Premio Boscarato al TCBF - Treviso Comic Book Festival come “Miglior fumetto web”. 

Dal 2007 al 2022 collabora con l’associazione culturale Hamelin e fa parte dello staff organizzativo di BilBOlbul, Festival internazionale di fumetto a Bologna. Ha collaborato inoltre, come curatore, con il TCBF - Treviso Comic Book Festival e nel 2021 ha creato e condotto la trasmissione “Fumisterie” per la web radio del Festivaletteratura di Mantova.

Ha scritto per Fumettologica, il principale sito italiano dedicato al mondo del fumetto, e per Banana Oil, rivista di approfondimento e critica sul fumetto.

I suoi fumetti sono stati pubblicati anche su Internazionale, Origami (La Stampa), Lettera matematica - Pristem (Springer/Bocconi University Press), Frizzifrizzi.it, e ha realizzato illustrazioni per GQ Italia, Veneta Cucine, Agr Factory, Helbling Languages.

Oltre al fumetto si è occupato professionalmente di fotografia e radio. Dal 2019 vive a Torino, dove si divide tra l’attività di fumettista, attivista culturale e organizzatore di eventi, insegnante presso IED - Istituto Europeo di Design e Scuola Internazionale di Comics e copywriter per l’agenzia di comunicazione integrata Between.

È tra i fondatori di MeFu - Mestieri del Fumetto, associazione senza scopo di lucro che si propone di tutelare e rappresentare chi crea fumetti in Italia.

 

L’OPERA IN MOSTRA

L’eroe del viaggio, della navigazione, dell’inganno e del ritorno raccontato nelle tavole che Hugo Pratt realizzò in 25 tavole, nel 1963 per il Corriere dei Piccoli, qualche anno prima della nascita del suo più celebre marinaio: Corto Maltese. La storia di Ulisse raccontata a due voci. Un padre e un figlio, ognuno col proprio punto di vista. Le loro rispettive emozioni, trovate e debolezze ci faranno sembrare Ulisse e Telemaco un po’ meno eroi e un po’ più uomini.

I magici disegni di Hugo Pratt descrivono i colori, le espressioni, le paure, i silenzi di uno degli eroi antichi più amati e più discussi, protagonista di un percorso di vita che è da sempre simbolo di libertà e di avventura ma anche di potere e di inganno.

Nella nuova edizione in volume, i disegni di Pratt, il “padre” della letteratura disegnata, si uniscono ai testi scritti da due autori che sono anche stati suoi amici e collaboratori. Fabrizio Paladini e Marco Steiner, un giornalista e uno scrittore a bordo della barca che condurrà il lettore in una narrazione inedita e sorprendente, tra un padre e un figlio, tra dei adirati e fanciulle vendicative, tra ragione e sentimento, tra libertà e sopraffazione. Insomma, un viaggio nella vita.

PERCORSO ESPOSITIVO

Sono esposte tutte le 25 tavole originali, fronte b/n, retro a colori, nella navata centrale di quella che fu la chiesa di San Lorenzo. La nuova edizione del libro è riprodotta e allestita nella collaterale cappella Meli. Sono esposti numeri originali del Corriere dei Piccoli e altre pubblicazioni di Pratt. Inoltre sono presenti pannelli informativi e biografici su autore e personaggi creati, e sull’Odissea e l’Iliade nei fumetti.

INIZIATIVE COLLATERALI

Ulteriori iniziative di promozione della lettura avranno luogo negli spazi del Centro Fumetto e della Piccola Biblioteca. Saranno proposte visite guidate alle scolaresche, da concordare scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

ORARI E BIGLIETTO

Da martedì a giovedì 9 – 13. Venerdì, sabato, domenica e festivi 10 – 17.

L'ingresso gratuito la prima domenica di ogni mese.

Biglietto unico: 3€

Il Museo Archeologico “San Lorenzo” ha sede a Cremona in Via San Lorenzo 4.

Il Centro Fumetto “Andrea Pazienza” è stato fondato nel 1988 da Comune di Cremona e Arcicomics. L’iniziativa si inserisce nell’ambito delle celebrazioni del 35esimo anniversario della nascita del Centro Fumetto (1988-2023).

La Quinta T è una iniziativa editoriale di
Alexandro Deblis Everet Editore
Via Solferino, 4 - Cremona
Direttore Responsabile: Simone Manini
Direttore Editoriale: Fabio Tumminello
Registrazione al Tribunale di Cremona
n°616/2019 del 26 marzo 2019
Provider: Serverplan
Partita IVA: 01653460194

Consulta la Privacy Policy