Storia cremonese

Ottocento: quando Arvedi voleva dire macchine industriali per fare il burro (e non solo)

Il nome Arvedi a Cremona (e non solo a Cremona) oggi vuole dire acciaio. In passato, però, la vocazione imprenditoriale della famiglia si era rivolto a un altro settore. Nel 1872 a Porta Romana era nata l'officina per la lavorazione del ferro di Fortunato Arvedi, zio dell'attuale Giovanni (nato una sessantina d'anni dopo, ma è lo stesso Giovanni ad aver confermato in alcune interviste che si trattava proprio dello zio). L'officina produceva macchinari industriali e in particolar modo caldaie e fornelli per l'industria casearia. Fu Fortunato Arvedi a inventare la zangola meccanica per sbattere la panna e trasformarla in burro, lavoro che prima era eseguito faticosamente a mano dai contadini. Ottenne granda fama e ebbe un ruolo anche in altre scoperte ed invenzioni industriali ma questa è un'altra storia...

La Quinta T è una iniziativa editoriale di
Alexandro Deblis Everet Editore
Via Solferino, 4 - Cremona
Direttore Responsabile: Fabio Tumminello
Registrazione al Tribunale di Cremona
n°616/2019 del 26 marzo 2019
Provider: Serverplan
Partita IVA: 01653460194

Consulta la Privacy Policy