Storia cremonese

1894-1895: si sperimentano i bagni pubblici a Cremona, ecco come andò

I servizi igienici in casa sono scontati per noi ma fino ad epoca recente non sono stati "una dotazione di serie" delle case (specialmente se le case erano povere, cioè quelle della massa della popolazione!). Per sopperire, spesso esistevano bagni pubblici. A Cremona sul finire dell'ottocento mancavano e la popolazione ne pativa la mancanza. Per questo fra 1894 e 1895 furono allestiti e ora lasciamo la parola al numero de "L'indipendente" dell'8 aprile 1895 che ci racconta qualcosa sull'argomento:

"Ecco i risultati dei bagni pubblici invernali che si prestarono all'Ugolani-Dati (all'epoca ospedale cittadino, nda) dal 22 dicembre 1894 al 17 marzo 1895, dietro iniziativa dei nostri concittadini Alquati ing. Enea, Bonadei D. Ulisse e Ciniselli avv. Giuseppe, assecondati dalle sollecitudini e dal favore della On. Commissione dell'Ugolani-Dati. 

BAGNI IN VASCA

Uomini 502

Donne 151

Totale 653

DOCCIE

Uomini 355

Donne 16

Totale 371

Il giornale conclude l'articolo con tre osservazioni:

1) C'è stata una buona risposta del pubblico, segno che il bisogno esisteva

2) Ne hanno usufruito molto più gli uomini delle donne

3) La novità, quasi assoluta non solo a Cremona ma in Italia, è destinata a diventare abitudine della popolazione

La Quinta T è una iniziativa editoriale di
Alexandro Deblis Everet Editore
Via Solferino, 4 - Cremona
Direttore Responsabile: Simone Manini
Direttore Editoriale: Fabio Tumminello
Registrazione al Tribunale di Cremona
n°616/2019 del 26 marzo 2019
Provider: Serverplan
Partita IVA: 01653460194

Consulta la Privacy Policy