Storia cremonese

1891: nuova pompa antincendio, grande prova con l'acqua del Morbasco davanti a pompieri, politici e "competenti della materia"

Nel 1891 il Comune di Cremona fa un investimento e acquista una pompa per spegnere gli incendi. Ecco cosa ci racconta "Cremona, il giornale della democrazia" nel numero del 6 marzo 1891:

"E' una pompa aspirante e premente, a doppio getto, fabbricata a Norimberga e lodatissima dagli intelligenti (questa nota mi ha fatto sorridere!, nda). L'esperimento ebbe luogo sul piazzale esterno di porta Po, con acqua attinta dal Morbasco, e riuscì completamente!"

Il giornale aggiunge che alla prova hanno assistito l'intero corpo dei pompieri, l'assessore Alquati, e "competenti in materia" (questi avrei voluto conoscerli, li immagino con le mani dietro la schiena mentre danno indicazioni!). Costo della pompa? 1500 lire dell'epoca (non vi so dire a quanto corrisponda in valuta odierna, per avere un riferimento una stiratrice guadagnava in media 269 lire l'anno secondo la banca d'Italia)

La Quinta T è una iniziativa editoriale di
Alexandro Deblis Everet Editore
Via Solferino, 4 - Cremona
Direttore Responsabile: Simone Manini
Direttore Editoriale: Fabio Tumminello
Registrazione al Tribunale di Cremona
n°616/2019 del 26 marzo 2019
Provider: Serverplan
Partita IVA: 01653460194

Consulta la Privacy Policy