Storia cremonese

PILLOLA DI STORIA Il concerto della discordia di Vasco Rossi nel 1987: 5000 cremonesi presenti in piazza del Comune fra polemiche infinite

La musica giovanile ha spesso destato perplessità nelle generazioni più attempate. E' così ora, era così un tempo. Il 29 maggio 1987 in piazza del Comune si tenne "il concerto della discordia". Ad esibirsi Vasco Rossi, oggi tutto sommato valutato in modo diverso e meno duro (anche se c'è chi non lo ama tutt'ora) ma all'epoca considerato un cattivo maestro e un pessimo esempio per le nuove generazioni. Le settimane precedenti il concerto furono contrassegnate da polemiche furiose, arrivate anche sui mass media nazionali, per l’opposizione al concerto delle autorità religiose e della Democrazia Cristiana locale, con tanto di lettera al sindaco firmata fra gli altri da nomi prestigiosi come Vernaschi e Garini (sindaci di Cremona prima e dopo quella data).

I contestatori paventavano il possibile danno ai monumenti dovuto ai decibel del concerto (questione di cui si dibatte ancora oggi per i concerti odierni) ma appunto anche il ruolo di cattivo maestro di Vasco Rossi, giudicato un pessimo esempio per i giovani cremonesi.

Alla fine il concerto si tenne con circa 5000 appassionati (unica nota negativa il fermo di alcuni giovani, trovati in possesso di una piccola quantità di droga, nessun danno però ai monumenti, almeno secondo le cronache del tempo). Le polemiche peraltro proseguirono per qualche giorno ancora, a dimostrazione dell'animosità riversata sulla questione.

La Quinta T è una iniziativa editoriale di
Alexandro Deblis Everet Editore
Via Solferino, 4 - Cremona
Direttore Responsabile: Fabio Tumminello
Registrazione al Tribunale di Cremona
n°616/2019 del 26 marzo 2019
Provider: Serverplan
Partita IVA: 01653460194

Consulta la Privacy Policy