Voglia di Arte

L'umanità di un guerriero caduto 2500 anni fa...

Sull’isola greca di Egina si trovava il tempio di Atena Aphaia, risalente a un periodo compreso fra il VI e il V secolo a.c.

Vogliamo concentrare la nostra attenzione su uno dei frontoni e precisamente sulla scultura del “guerriero caduto”

La scultura rappresenta un soldato battuto e morente. Un uomo sconfitto che con le ultime forze si aggrappa al suo scudo ma la mano sinistra che lo afferra appare priva di forza, prostrata, contratta in un movimento del braccio spezzato che dà drammaticità

Il braccio destro appare privo di energia, carico di tensione ma senza la forza di reagire. Il capo è piegato verso il basso, lo sguardo fisso nel vuoto e la bocca piegata in una espressione di sofferenza

E’ un uomo che si appresta a morire, dolorante, sconfitto, umiliato, diviso fra dolore e dispiacere. E’ la rappresentazione di una sconfitta resa dando però dignità al caduto: si percepisce il suo senso di disfatta e la sua umanità nel dolore che lo attanaglia. Un uomo solo che affronta il proprio triste destino e riesce a comprenderlo soffrendo...

Voglia di... è un iniziativa editoriale di
Alexandro Deblis Everet Editore
Via Solferino, 4 - Cremona
Direttore Responsabile: Fabio Tumminello
Registrazione al Tribunale di Cremona
n°616/2019 del 26 marzo 2019
Provider: Serverplan
Partita IVA: 01653460194