Voglia di Arte

Il destino si materializza in uno zio e in un sigaro: nascita e immediata rinascita del piccolo Pablo Picasso

1881: un neonato appare nel mondo, non sapendo ancora che lascerà un segno profondo. La sua vita è però subito molto complicata: il bimbo appena nato infatti non dà segni di vita nonostante ripetuti tentativi di animarlo. All'epoca i parti sono una cosa complicata e capita spesso che finiscano male.

L’ostetrica lo appoggia sul tavolo e concentra le sue attenzioni sulla madre, credendolo morto. Ha ormai gettato la spugna, il bimbo non ha speranze secondo lei. Il destino però non può rinunciare all'ultimo arrivato e si materializza in un altro personaggio presente sulla scena.

Lo zio Salvador, infatti, è un dottore e non si rassegna, pensa che il bambino abbia una chance, almeno vuole fare un controllo in più. Decide perciò di giocare la carta del sigaro: essendo un fumatore, ne aspira una boccata piena di fumo e lo sbuffa sul viso del bimbo.

La tecnica non è ortodossa ma il fumo infastidisce Pablo che inizia a piangere. Quel pianto, quei vagiti, sono il segnale che non è finita: l'ostetrica torna, il bambino si salva. Un patrimonio intero di capolavori si salva, tutto grazie a zio Salvador e al suo sigaro...

Voglia di... è un iniziativa editoriale di
Alexandro Deblis Everet Editore
Via Solferino, 4 - Cremona
Direttore Responsabile: Fabio Tumminello
Registrazione al Tribunale di Cremona
n°616/2019 del 26 marzo 2019
Provider: Serverplan
Partita IVA: 01653460194

Consulta la Privacy Policy