Voglia di Arte

L'immortalità immediata della bellezza...

E’ il tempo, solitamente, a costruire la gloria. E’ il passare del tempo che fa emergere i meriti e i demeriti, che sfoca i contorni e accresce il mito e la leggenda, che rende grandi o fa cadere nell’oblio.
Le opere d’arte, spesso, sono comprese nella loro grandezza nelle generazioni. I loro autori, spesso, sono trascurati o addirittura derisi nel loro tempo per poi essere glorificati una volta scomparsi.
Ogni tanto, qualcuno emerge con una scintilla, una ispirazione, una capacità creativa talmente somma da sbalordire già i contemporanei.
Pochi, pochissimi, diventano mito già in vita. Michelangelo è uno degli appartenenti a questa ristretta cerchia.
Un episodio storico illustra mirabilmente l’impatto di Michelangelo già sui suoi contemporanei. Nel 1527, uno dei consueti tumulti fiorentini porta al lancio di alcune panche da Palazzo Vecchio. Malauguratamente, una delle panche colpisce il braccio del David collocato sotto le finestre del palazzo: il braccio va in frantumi.
Per tre giorni, i frammenti restano dove sono caduti: i tumulti sono in corso, c’è paura. Alla fine Giorgio Vasari e Francesco Salviati prendono coraggio e di notte vanno sul posto, recuperano velocemente i frammenti e li ricoverano in posto sicuro. Saranno recapitati a Cosimo, signore di Firenze, che nel 1543 provvederà a farli riattaccare.
Per quei frammenti, Vasari e Salviati hanno preso un rischio. Gli hanno conservati e Cosimo a sua volta per anni interi li ha tenuti da parte.
Erano solo frammenti, ma tutti loro si rendevano conto che erano frammenti di una bellezza eterna: il David era stato scolpito da pochi anni, ma già si aveva la consapevolezza di essere di fronte a qualcosa che andava oltre il muro del tempo. Un qualcosa di cui vale la pena conservare anche il più minimo dei frammenti, per anni...

Voglia di... è un iniziativa editoriale di
Alexandro Deblis Everet Editore
Via Solferino, 4 - Cremona
Direttore Responsabile: Fabio Tumminello
Registrazione al Tribunale di Cremona
n°616/2019 del 26 marzo 2019
Provider: Serverplan
Partita IVA: 01653460194

Consulta la Privacy Policy