Voglia di Letteratura

Apuleio e il processo per magia: come far nascere un'opera da una arringa difensiva...

La sua culla è stato il Nord Africa ma è uno degli scrittori più famosi della civiltà romana, un uomo che ha potuto confrontarsi con tanti luoghi vivendo in varie parti del mondo conosciuto allora, tra l'altro anche a Cartagine ed Atene. Apuleio è sicuramente una figura fondamentale della storia letteraria romana. 

La sua vita lo ha posto di fronte anche a una circostanza molto particolare. Nel 158 d.c., convinto dal suo vecchio amico Ponziano, ne sposa la madre Pudentilla. Ponziano però muore e Apuleio viene accusato da alcuni parenti, interessati all’eredità di Pudentilla, di aver elaborato un piano per sposarla e di avere ucciso Ponziano usando la magia.

La magia nera era punita con la pena capitale sin dai tempi di Silla, che aveva stabilito la severa pena capitale nella Lex Cornelia de sicariis et veneficis.

Apuleio va a processo e davanti al magistrato Claudio Massimo si difende con una lunga e dotta orazione. A quanto pare, sarà assolto (non abbiamo il dispositivo della sentenza, purtroppo).

Da questa esperienza, da vero grande scrittore e dotto, Apuleio trae un’opera che prenderà il titolo di “Pro se de magia liber”, nota come “L’apologia”.

Il libro è la stesura dell’orazione difensiva di Apuleio, il racconto di come si è difeso di fronte al tribunale.

E’ interessante notare le tecniche Apuleio usa per smontare le accuse: ragionamento logico (evidenzia la fallacia delle accuse), principio di autorità (cita abbondantemente figure importanti della cultura classica: la loro “presenza” nel discorso difensivo evidentemente lo avvalora), buon senso.

E’ un discorso molto alto sul piano culturale ma anche astratto: le prove tangibili e materiali a discarico sono legate al testamento di Pudentilla che dimostra che Apuleio non è l’erede (erano designati altri parenti: viene meno in questo modo il movente economico indicato dagli accusatori).

A volte, la cultura ti salva la vita...

Voglia di... è un iniziativa editoriale di
Alexandro Deblis Everet Editore
Via Solferino, 4 - Cremona
Direttore Responsabile: Fabio Tumminello
Registrazione al Tribunale di Cremona
n°616/2019 del 26 marzo 2019
Provider: Serverplan
Partita IVA: 01653460194