Voglia di Letteratura

Il "Necronomicon" di Lovecraft: il libro che non esisteva e che si è fatto realtà

Uno “pseudobiblion” è un libro che non esiste ma citato da libri esistenti come se fosse reale, una sorta di gioco letterario fra autore e lettore. Uno degli esempi più famosi è il Necronomicon di Lovecraft.

Lo scrittore iniziò a citarlo nei suoi racconti come un leggendario testo redatto da Abdul Alhazred, una specie di stregone arabo vissuto nello Yemen e morto a Damasco dilaniato da un misterioso demone. Il Necronomicon divenne quindi una fonte di magia nera, di leggi della magia nera, di oscure leggi del mondo dei morti, nel racconto fittizio di Lovecraft. Era un espediente utilissimo per annodare il filo narrativo dei racconti ma anche un elemento misterioso, quasi onirico, in grado di affascinare i lettori.

Il risultato imprevisto, però, fu che i lettori iniziarono a credere davvero all’esistenza del testo e a richiederlo in libreria, Lovecraft più volte fu costretto a smentirne l’esistenza. Il successo del testo ha superato il suo autore e ha iniziato a essere citato anche da altri autori e perfino da film.

In fondo, un oscuro e perverso libro su argomenti magici redatto da un arabo...sono tutti elementi lontani dalla quotidianità, talmente lontani da renderlo credibile: una piccola bugia su ciò che ci cha circonda si scova con facilità, qualcosa di totalmente inventato ma lontano da noi acquista quasi una sua verosimiglianza.

Voglia di... è un iniziativa editoriale di
Alexandro Deblis Everet Editore
Via Solferino, 4 - Cremona
Direttore Responsabile: Fabio Tumminello
Registrazione al Tribunale di Cremona
n°616/2019 del 26 marzo 2019
Provider: Serverplan
Partita IVA: 01653460194

Consulta la Privacy Policy