Voglia di Letteratura

Il dolore di crescere dei ragazzi della via Pal: la maturazione di Boka

Ricordo bene le emozioni che ho provato quando, adolescente, ho sfogliato per la prima volta le pagine di questo libro. “I ragazzi della via Pál” di Ferenc Molnár è uno dei romanzi dedicati a quel tempo difficile e affascinante che è l’adolescenza più conosciuti del mondo. Ha avuto un successo intergenerazionale e planetario.

Personalmente ho sempre pensato che la chiave del successo dell’opera di Molnár sia la sincerità e la capacità di uscire dai limiti spazio temporali, pur rispettandoli formalmente. Il mondo dei ragazzi che stanno crescendo è descritto per quello che è: un momento sospeso fra la dimensione infantile e la prima presa di coscienza della vita adulta, fra cattiverie e slanci di generosità, fra gesti ingenui e pericolosi e gesti eroici

È un romanzo dal sapore fortemente magiaro per ambientazione, atmosfere, descrizione della Budapest di Molnár (meravigliosa e dettagliata!). Eppure, è una storia che si presta a descrivere l’adolescenza in tutti i luoghi del mondo

Soprattutto, altro grande pregio, impietosamente non fa sconti. Il personaggio di Boka per me è un ottimo esempio. Saggio, serio, all’altezza delle situazioni, maturo. Sicuramente è un leader ed è il più maturo dei ragazzi. È però pur sempre solo un ragazzo e per diventare adulto deve sperimentare un’esperienza che purtroppo è necessaria, un passaggio ineludibile: la gestione del dolore.

È solo quando deve confrontarsi col dolore, quello vero, che diventa davvero adulto, fino in fondo. Molnár non gli fa sconti, lo mette a confronto con la brutalità della vita: un finale amaro ma proprio per questo così vero e così degno di un personaggio di spessore come Boka.

Voglia di... è un iniziativa editoriale di
Alexandro Deblis Everet Editore
Via Solferino, 4 - Cremona
Direttore Responsabile: Fabio Tumminello
Registrazione al Tribunale di Cremona
n°616/2019 del 26 marzo 2019
Provider: Serverplan
Partita IVA: 01653460194

Consulta la Privacy Policy