Voglia di Sport

L'incredibile episodio del coltello lanciato dagli spalti sulla testa di Dino Baggio in Polonia

Nel 1998-1999 il Parma di Cannavaro e Buffon sfida in Coppa Uefa il Wisla. I polacchi sono una buona squadra ma il Parma passerà il turno e vincerà la finale col Marsiglia. In Polonia, partita finita 1-1, a una decina di minuti dalla fine succede però un fatto incredibile. Il clima in campo è teso, i polacchi usano le maniere forti e Kaliciak litiga con Fuser. I due vengono alle mani e a quanto pare Fuser furioso sputa anche sull’avversario.

baggio3.jpg

Cose non belle ma che in campo possono anche succedere. Quello che non dovrebbe mai succedere accade poco dopo: un tifoso polacco, che tempo dopo sarà identificato e arrestato, decide di punire Fuser e gli lancia in campo un coltello. Il pericoloso oggetto manca Fuser ma colpisce sulla testa Dino Baggio: per fortuna lo colpisce con un angolazione non troppo pericolosa, gli fa male (cinque punti di sutura) ma niente di irreparabile.

dinobaggio.jpg

E’ un gesto così incredibile da non crederci: Dino Baggio nemmeno capisce cosa lo ha colpito, Cannavaro però nota il coltello per terra prima che Czerwiec, giocatore polacco, lo butti via sperando di nascondere il tutto. Non ci si crede, ma è realtà, praticamente un tentato omicidio (poteva finire veramente male se il coltello si fosse conficcato in qualche parte vitale di Dino Baggio).

parma1998-1999.jpg

Il club polacco, alle prese da sempre con una tifoseria molto calda e aggressiva, prova a minimizzare e negare in un primo momento ma alla fine dovrà ammettere la colpa è sarà squalificato un anno dalle coppe (perderà la partecipazione alla Champions League avendo vinto il campionato), l’aggressione sarà arrestato mentre Baggio se la caverà con un forte spavento (soprattutto a posteriori: in campo non si rende conto ma le immagini gli permetteranno di rendersi conto di quanto successo)

Voglia di... è un iniziativa editoriale di
Alexandro Deblis Everet Editore
Via Solferino, 4 - Cremona
Direttore Responsabile: Fabio Tumminello
Registrazione al Tribunale di Cremona
n°616/2019 del 26 marzo 2019
Provider: Serverplan
Partita IVA: 01653460194