Voglia di Sport

1984: al Roland Garros Ivan il cecoslovacco detronizza sua maestà McEnroe

Ci sono date che sono scritte nella pietra in ogni sport. Nella storia del tennis, il 10 giugno 1984 è una di queste. Siamo al Roland Garros, l'evento di gala del tennis francese. Siamo in finale, c'è in palio il prestigioso trofeo. In campo, due atleti molto diversi fra loro: uno si chiama John McEnroe ed è americano, l'altro si chiama Ivan Lendl ed è un ragazzo dell'est.

McEnroe è il fenomeno riconosciuto del tennis mondiale e si presenta alla finale da imbattuto in stagione, in quel suo magico 1984, un anno straordinario in cui ha dominato incontrastato. Lendl invece è un tennista di talento ma è osteggiato dal pubblico occidentale perché cecoslovacco e quindi simbolo sportivo del comunismo (siamo in piena guerra fredda), ha già vinto molto ma mai uno Slam. Come sappiamo, senza uno slam nel palmares un grande tennista non può dirsi tale...

La storia sembra destinata a ripetersi: McEnroe vince 6-3 6-2 i primi set e si avvia sul 3-1 nel terzo set a una facile vittoria. Gioca facilmente il suo tennis (è mancino, ama giocare a rete, è fantasioso, è spettacolare), mette in difficoltà Lendl che non trova le contromisure.

Siamo come detto sul 3-1 del terzo set ma qui la partita cambia. Qualcosa scatta in Lendl che comincia a tempestare l’americano col suo passante. E' micidiale, McEnroe, nonostante sia un grande campione, va in crisi. Lendl strappa 6-4 il terzo set e poi va a vincere 7-5 7-5 al quinto set. L’incantesimo è rotto, Ivan ha vinto uno slam e lo ha fatto buttando già dal trono il numero uno! E' nata una nuova stella...

Voglia di... è un iniziativa editoriale di
Alexandro Deblis Everet Editore
Via Solferino, 4 - Cremona
Direttore Responsabile: Fabio Tumminello
Registrazione al Tribunale di Cremona
n°616/2019 del 26 marzo 2019
Provider: Serverplan
Partita IVA: 01653460194