Voglia di storia

La nascita della guida Michelin: come vendere più pneumatici parlando di ristoranti

La guida Michelin oggi è molto famosa, resiste anche nell'epoca delle recensioni on line. Ma come è nata? La storia è molto curiosa!

Nel 1900 i fratelli Michelin erano due imprenditori attivi nel mondo delle prime rudimentali automobili: la loro azienda, famosa ancora oggi, vendeva infatti pneumatici (già dal 1889). Al fine di aumentare le vendite, decisero di stampare e regalare una piccola guida dalla copertina rossa con informazioni su pompe di benzina, meccanici e altri luoghi utili da conoscere per il pilota di una automobile dell’epoca (rendendo più gradevole l’esperienza di guidare una automobile e quindi spingendone in definitiva le vendite).

guidemichelin2.jpg

Non c’era però nulla su ristoranti e simili. Qualche anno dopo, uno dei fratelli vide la guida usata per pareggiare le gambe di un tavolo (che tuffo al cuore deve essere stato!) e da quel momento i due decisero di farla pagare (7 franchi) per non farla svalutare nella considerazione generale.

guidemichelin3.jpg

Poco dopo iniziarono le recensioni dei ristoranti strutturate con un sistema di “ispettori” segreti (che andavano a mangiare nei ristoranti senza rivelare la propria identità per non alterare il servizio e la cucina) e un sistema di valutazione preciso (con un sistema di votazione strutturato). Era nata la guida diventata nei decenni un cult, una delle prime di un filone che ha prodotto moltissimi esempi di strumenti similari (ma la guida Michelin resta la guida Michelin!)

Voglia di... è un iniziativa editoriale di
Alexandro Deblis Everet Editore
Via Solferino, 4 - Cremona
Direttore Responsabile: Fabio Tumminello
Registrazione al Tribunale di Cremona
n°616/2019 del 26 marzo 2019
Provider: Serverplan
Partita IVA: 01653460194

Consulta la Privacy Policy